La nostra storia

Si narra che nel 1887 il giovane Napoleone Stoppato, poco più che ventenne, fu in grado di creare un’impresa agricola moderna ed innovativa, dando una svolta al trend familiare di tre generazioni di braccianti agricoli alle dipendenze del fattore. Napoleone riuscì in poco tempo a differenziarsi per il suo spirito imprenditoriale e per la sua voglia di modernità, grazie ai quali in poco tempo fu in grado di moltiplicare i raccolti e acquistare nuovi terreni. Quasi 120 anni dopo, la famiglia Stoppato (Vanni, instancabile lavoratore, con la moglie Angela e i tre figli) porta avanti l’attività di famiglia con lo stesso spirito: l’amore per la terra e i suoi frutti, l’assoluto rispetto della tradizione, l’utilizzo di tecnologie all’avanguardia e l’attenzione a colture innovative.
immagine 1
immagine 2
immagine 3

 

Il territorio

Il rispetto del territorio è alla base della filosofia Stoppato: selezioniamo solo i terreni più vocati nelle provincie di Mantova e Verona – alcuni dei quali sono nei pressi di importanti riserve naturali e spesso vengono sorvolati da aironi e cormorani. Di fianco a questi paradisi naturali nascono i cereali ed il riso di casa Stoppato, grazie alla generosità della natura, ad una sapiente coltivazione e alla sicurezza delle moderne tecnologie. Optiamo per un’agricoltura sostenibile, che non sconvolga la natura: il nostro cogeneratore trasforma la colza da noi coltivata in energia pulita che a sua volta alimenta l’impianto di essicazione, i macchinari e gli impianti di riscaldamento degli edifici aziendali. Parte del nostro mais viene utilizzato per produrre energia pulita attraverso impianti di biogas. Crediamo fortemente nell’idea che avevano i nostri padri: tramandare alle future generazioni i terreni e l’ambiente così come li abbiamo trovati.
immagine 1
immagine 2
immagine 3

 

La lavorazione del riso

La nostra famiglia segue direttamente tutte le fasi di coltivazione e lavorazione del riso. Le nostre produzioni sono a bassissimo impatto ambientale: i terreni vengono livellati grazie a strumenti satellitari e a tecniche di aratura innovativa che accelerano i tempi di riempimento e svuotamento dell’acqua, in modo da ottenere una miglior qualità del prodotto. Trebbiatura ed essicazione avvengono in modo tempestivo: la pilatura, invece, viene effettuata più tardi ed in modo lento e delicato, con piccole quantità. Il chicco viene separato dal suo involucro (lolla) in modo gentile, evitando di togliere lo strato esterno del chicco, ricco di proteine ed elementi nutritivi importanti. Selezioniamo solo il riso migliore: per ogni chilogrammo di prodotto raccolto, solo il 45-50% viene confezionato; il tutto avviene in atmosfera protetta per evitare il contatto del riso con l’ossigeno e la conseguente ossidazione. Con fierezza ogni singola confezione porta la nostra firma.
immagine 1
immagine 2
immagine 3